Scadenza 21/02/2019: INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA CON OBBLIGO ENEA

Pubblicata il: 01 Feb 2019

INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA CON OBBLIGO ENEA

La trasmissione dei dati dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.

Solo per quest’anno, per i soli interventi di ristrutturazione edilizia la cui data di fine è compresa tra il 01/01/2018 e il 21/11/2018 (data di apertura del sito), il termine dei 90 giorni decorre dal 21/11/2018.

Ricordo che in mancanza di detta Certificazione ENEA, non sarà riconosciuta la detrazione fiscale.

La trasmissione dei dati all’ENEA è obbligatoria per i seguenti interventi edilizi e tecnologici:

Componenti e tecnologie Tipo di intervento
Strutture edilizie
  • riduzione della trasmittanza delle pareti verticali che delimitano gli ambienti riscaldati dall’ esterno, dai vani freddi e dal terreno;
  • riduzione delle trasmittanze delle strutture opache orizzontali e inclinate (coperture) che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi;
  • riduzione della trasmittanza termica dei Pavimenti che delimitano gli ambienti riscaldati dall’ l’esterno, dai vani freddi e dal terreno;
Infissi
  • riduzione della trasmittanza dei serramenti comprensivi di infissi che delimitano gli ambienti riscaldati dall’ esterno e dai vani freddi;
Impianti tecnologici
    • installazione di collettori solari (solare termico) per la produzione di acqua calda sanitaria e/o il riscaldamento degli ambienti;
    • sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione per il riscaldamento degli ambienti (con o senza produzione di acqua calda sanitaria) o per la sola produzione di acqua calda per una pluralità di utenze ed eventuale adeguamento dell’impianto;
    • sostituzione di generatori con generatori di calore ad aria a condensazione ed eventuale adeguamento dell’impianto;
    • pompe di calore per climatizzazione degli ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto;
    • sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) ed eventuale adeguamento dell’impianto;
    • microcogeneratori (Pe<50kWe);
  • scaldacqua a pompa di calore;
  • generatori di calore a biomassa;
  • installazione di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati per una pluralità di utenze;
  • installazione di sistemi di termoregolazione e building automation;
  • installazione di impianti fotovoltaici.
Elettrodomestici 2 (solo se collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a decorrere dal 1o gennaio 2017):
  • forni
  • frigoriferi
  • lavastoviglie
  • piani cottura elettrici
  • lavasciuga
  • lavatrici

 

2 Classe energetica minima prevista A+ ad eccezione dei forni la cui classe minima è la A

 

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA CON OBBLIGO ENEA

 

Interventi su parti comuni dei condomini o sulle singole unità immobiliari

 

INTERVENTO %

detrazione

serramenti e infissi 50%
schermature solari
caldaie a biomassa
caldaie a condensazione in classe A
caldaie a condensazione in classe A

e sistema di termoregolazione evoluto

65%
pompe di calore
scaldacqua a pompa di calore
coibentazione involucro
pannelli solari
generatori ibridi
sistemi building automation
micro-cogeneratori

 

Interventi sulle parti comuni dei condomini

 

INTERVENTO %

detrazione

coibentazione involucro con superficie interessata superiore al 25% della superfice disperdente 70%
coibentazione involucro con superficie interessata superiore al 25% della superfice disperdente e conseguimento della qualità media dell’involucro 75%
coibentazione involucro con superficie interessata superiore al 25% della superfice disperdente e riduzione di una classe del rischio sismico 80%
coibentazione involucro con superficie interessata superiore al 25% della superfice disperdente e riduzione di 2 classi del rischio sismico 85%

 

Condividi sui social