Rifatti i pavimenti dei Portici di Centouno Condomini. Intervista del Resto del Carlino a Enrico Rizzo pres. ASPPI Bo

Pubblicata il: 28 Set 2019

Pulizia e stato di manutenzione dei portici sono elementi decisivi per la candidatura a patrimonio dell’umanità Unesco. Da alcuni anni, l’ASPPI (associazione piccoli proprietari immobiliari) lavora proprio per valorizzare i portici cittadini. A seguito di “Progetto Portici”, protocollo di intesa con Comune e Anaci, <<abbiamo rifatto la pavimentazione storica dei portici di 101 condomini, per una superficie di 4.339 metri quadrati>>, afferma Enrico Rizzo (nella foto) presidente di ASPPI Bologna. Si tratta, spesso, di vere opere d’arte in battuto veneziano. Ai condomini che aderiscono al “Progetto Portici”, il Comune offre azzeramento della tassa di occupazione del suolo pubblico sulle recinzioni del cantiere senza pagare il relativo canone di concessione. <<E, al momento, sono previsti anche sgravi fiscali dal governo>>, aggiunge Rizzo. ASPPI <<è impegnata in prima fila a garantire l’assistenza necessaria in tutte le fasi di progettazione ed esecuzione delle opere>>. In parallelo con l’iter della candidatura Unesco, portato avanti dal Comune, ASPPI organizza alcune iniziative che hanno come tema i portici. Il 4 ottobre, alle 10, si tiene << una visita guidata, con una guida turistica, e una storica che racconterà aneddoti e storie sulle famiglie che hanno costruito quei portici>>, spiega Rizzo.

Dal 14 ottobre al 2 dicembre (Banca popolare Emilia Romagna, via Venezian 1) saranno in mostra venti foto di Marta Ciotti, vincitrice del premio “Bologna sotto i Portici 2019”. Dal20 gennaio al 20 aprile -commenta Rizzo- la mostra diventerà quindi itinerante, ospitata a rotazione nelle cinque sedi cittadine dell’ASPPI>>. Il 6 dicembre, nell’Oratorio di San Rocco, si terrà – con un concerto di pianoforte – la cerimonia di premiazione delle foto, che saranno messe all’asta.

 

 

Condividi sui social