PORTICI DI BOLOGNA UNESCO. Reportage di Marta Ciotti in collaborazione con ASPPI e La Pietra Immobiliare

Pubblicata il: 21 Agosto 2021

Un reportage emozionante di Marta Ciotti che ha collaborato e contribuito alla nascita e al successo del Gruppo Portici di Bologna che conta ad oggi oltre 2.200 iscritti, che è in continua crescita anche verso l’estero. ASPPI e La Pietra Immobiliare hanno creduto e sostenuto ASPPInext Webinat Team nella realizzazione del Progetto che racconta con foto e post dei partecipanti “una storia unica al mondo” i “Portici di Bologna” https://www.facebook.com/groups/porticidibologna.

Marta Ciotti è nata nel 1981 a Milano dove, dopo il liceo, ha conseguito il diploma triennale in Fotografia, presso l’Istituto Europeo di Design e la laurea in Storia presso l’Università degli Studi di Milano.

Oggi lavora per l’editoria scolastica: ha svolto attività di collaborazione e di consulenza per diverse case editrici. Nel 2018, per Loescher – Divisione Zanichelli, ha realizzato, come autrice, i corsi di Storia per la Scuola Secondaria di Primo Grado Passato Prossimo (2018) e La bussola della Storia (2021).

Il suo ambito di lavoro si concentra in particolare sulla ricerca storica, sul reperimento e sull’analisi delle fonti storiche e storiografiche e sulla didattica della Storia.

Nella fotografia, predilige immortalare le tracce della Storia inserite nel contesto della street photography e dell’urban photography, oltre a studiare le immagini come imprescindibili testimonianze documentarie.

Tra novembre e dicembre 2019 la sede della banca Bper di via Venezian a Bologna, ha ospitato una sua mostra dedicata ai portici di Bologna. Quelli e altri scatti sono stati protagonisti dello spettacolo di musica, parole  e immagini, dal titolo “Bologna di portici”, rappresentato alla sala Marco Biagi, nel complesso del Baraccano, a Bologna, il 6 dicembre 2019, con Massimo Piani al sassofono e Luca Matteuzzi al pianoforte, mentre i testi, una raccolta di testimonianze di intellettuali e letterati che tra il Settecento e l’Ottocento hanno dedicato un loro pensiero ai portici di Bologna, sono stati scritti dalla stessa Marta Ciotti e recitati da Andrea Santoanastaso. Lo spettacolo, nella formula “ridotta” di immagini e musica,  è stato replicato nel luglio 2021 presso la Cisterna a Monghidoro, con Massimo Piani, in questo caso,al pianoforte e Luca Cantelli al contrabbasso.

Tra aprile e settembre  2021, presso la Libreria Trame, di Bologna, è stata allestita la sua mostra dal titolo “Gradini”, una progetto fotografico nato con l’intenzione di fermare sguardi, gestualità e movimenti delle persone sedute sui gradini di alcuni luoghi significativi del centro di Bologna.

 

Condividi sui social