PODCAST Portici di Bologna. Testi e voce di Antonella Merletto storica dell’Architettura.

Pubblicata il: 14 Maggio 2022

Ascolta gratuitamente su Spotify

Testi e voce di Antonella Merletto storica dell’Architettura.

Questo progetto è stato creato da ASPPI, l’associazione di piccoli proprietari immobiliari, nata a Bologna nel 1948 e che da oltre 15 anni è impegnata nel rifacimento e nella manutenzione dei pavimenti dei portici di Bologna, che nel centro storico presentano l’originalità di essere composti da granulati di marmo e pietre in una base di malta e chiamati per questo “alla veneziana”. Grazie a questo lavoro, ASPPI ha così partecipato attivamente alla candidatura dei portici come patrimonio UNESCO.

Questo nuovo progetto, che ora illustriamo, è la presentazione di ogni portico oggetto del riconoscimento quale patrimonio mondiale.

ASPPI non è agenzia di viaggi, nè vende prodotti turistici ma vuole portare il più possibile a conoscenza il passato ed il presente della città: ogni colonna, ogni capitello, ogni tratto di portico ci parla della storia di Bologna. Da tutto questo nasce l’interesse del nostro sindacato.

L’UNESCO ha riconosciuto 10 dei più bei portici di Bologna come patrimonio dell’umanità. Il lavoro di ASSPI è stato quello di elaborare, per ognuno di essi, un testo parlato e scritto, sia in italiano che in inglese, in cui si forniscono le più rilevanti informazioni storiche e curiosità, dei luoghi e dei particolari, menzionati.

La storia della città è legata indissolubilmente alle diverse tipologie dei portici, alla loro architettura e all’evolversi nei secoli delle forme dei loro colonnati e dei loro ordini decorativi.

Nacquero nell’XI secolo in maniera spontanea, come una proiezione all’inizio abusiva di edifici privati su suolo pubblico, per incrementare gli spazi abitativi divenne poi tipologia obbligatoria dal XIII secolo, quando il Comune stabilì che tutte le nuove case dovessero essere edificate con portico, e che dovesse essere aggiunto a quelle abitazioni esistenti che ne fossero prive.

Bologna è una città consapevole dell’essere stata, e di essere ancora, crocevia di scambi, incontri e idee. Quante persone celebri e non hanno passeggiato sotto il portico del Pavaglione, camminato, come atto devozionale, sotto il portico più lungo al mondo, quello di San Luca lungo circa quattro chilometri.

L’itinerario fra i portici ci fà perdere nelle prospettive e nella bellezza, portici alti, bassi, stretti o larghi, tutti comunque, creati come aree dove camminare, comprare, incontrarsi, tutti luoghi dove trascorrere del tempo e percepire il cuore vivo e pulsante di Bologna.

Questo è il messaggio che ASPPI, attraverso questo interessante prodotto, vuole trasmettere sia ai bolognesi che ai visitatori italiani e stranieri nella nostra splendida città.

Condividi sui social