NOTIZIARIO “CASA TERRITORIO CONDOMINIO” di ASPPI Bologna, per una comunicazione costante con i Soci ASPPI

Pubblicata il: 06 Ottobre 2021

Notiziario in PDF scaricabile

 

Presentazione a cura di: Avvocato Enrico Rizzo – Presidente ASPPI Bologna – Presidente ASPPInext

In questi due anni in cui la pandemia ha invaso le nostre vite, abbiamo maturato l’esigenza di avere un più stretto rapporto con i nostri soci ed in generale con i proprietari immobiliari.

La confusione, l’incertezza e le difficoltà economiche conseguenza della pandemia mondiale hanno esposto i cittadini, fra cui i proprietari immobiliari che associamo, al periodo più difficile che il popolo italiano ha vissuto dalla fine della seconda guerra mondiale. Purtroppo la tempesta si è solo allontanata ed, ancora oggi, non sappiamo se sarà solo un ricordo o se comunque dovremo abituarci a convivere con questa  emergenza sanitaria.

L’esigenza che abbiamo sentito è quella di una comunicazione costante con i nostri soci che, di fronte ai provvedimenti governativi dettati dall’emergenza, hanno avuto difficoltà nella conduzione dei propri immobili affittati ad uso abitativo o commerciale. Morosità dei canoni e dei rimborsi delle spese condominiali, esecuzione dei provvedimenti di sfratto, vendita degli immobili e manutenzione degli stessi, sono divenuti un vero e proprio “salto ad ostacoli” provocato dalla legislazione di emergenza e dalle disposizione dell’Ufficio delle Entrate. A ciò si aggiunga che ASPPI dal 1948 ha nel suo DNA il rapporto personale, in alcuni casi familiare, del Sindacato con i propri soci. I nostri dipendenti che sono con noi da decenni conoscono per nome molti soci con i quali hanno instaurato un rapporto personale di fiducia che, nei momenti del Lockdown, ha rappresentato per molti anche un sostegno psicologico. Nel periodo di chiusura delle sedi al pubblico, siamo rimasti sempre raggiungibili via telefono e via posta elettronica con la mia costante presenza e di altri dirigenti all’interno delle sede provinciale di via Testoni.

ASPPI è una comunità di persone unite, oltre che da esigenze tecniche, anche da un modo di comportarsi fondato sulla fiducia, sulla competenza e sull’onestà. Merce, oggigiorno più che rara.

Questo perché noi siamo una vera Associazione fatta di persone e non solo di interessi economici di chi ci lavora a vario titolo. Il nostro compito è anche quello di spiegare in modo semplice cose che semplici non sono.

Crediamo nella verità delle cose che facciamo e nel fatto che i Soci che hanno avuto a che fare con noi si sono resi conto che siamo proprietari al servizio di proprietari, che siamo una organizzazione autentica con sedi e dipendenti e non agenzie Immobiliari o professionisti travestiti da Associazioni.

Non basta andare sui giornali per esistere perché poi quando i soci chiedono servizi è necessaria professionalità, onesta e competenza che noi da quando siamo nati uniamo all’umanità dei rapporti.

Abbiamo fiducia anche nelle possibilità che sono concesse dalla rivoluzione digitale come la posta elettronica, i programmi applicativi ed i social ma mettiamo al primo posto il socio come persona con le sue richieste e sue difficoltà. Per questo utilizziamo le newletter, gli SMS, i webinar ed altro ancora per comunincare con i nostri soci, come per l’appunto questa pubblicazione ma siamo presenti nelle nostre sedi per incontrare i soci. Chi risponde alle e mail dei soci sono le stesse persone che poi li ricevono nelle nostri cinque sedi

Ma la nostra è una vocazione, per così dire, universale, nel senso che tuteliamo, con l’attività di politica sindacale, non solo i nostri soci ma tutti i proprietari immobiliari attraverso una costante opera di controllo, sostegno, collaborazione e critica dell’attività di Governo della Città Metropolitana e degli altri Comuni della Provincia.

Abbiamo unito nella primavera del 2020 tutte le associazioni dei proprietari in un’azione, insieme alle Associazioni degli inquilini, per ottenere dal Comune di Bologna prima e dagli altri Comuni della Città Metropolitana, un contributo economico a favore dei proprietari che hanno ridotto il canone di locazione nel periodo della pandemia, con un ritorno nelle tasche dei proprietari, solo per il Comune di Bologna di oltre 800.000,00 tutti distribuiti nel corso dell’inverno 2020.

L’accordo da noi promosso e concluso con tutte le altre Associazioni dei proprietari e degli inquilini, unico in Italia, è divenuto poi la matrice per i provvedimenti in tale senso della Regione Emilia Romagna e del Governo Draghi.

Abbiamo costruito, in tempo non sospetto cioè nel 2015, un accordo con il Comune di Bologna per il rifacimento a prezzo ridotto dei pavimenti dei portici di Bologna, attraverso un percorso di facilitazione degli adempimenti burocratici a favore dei Condomini interessati a queste opere, creando così le condizioni per permettere al Comune di Bologna di richiede ed ottenere il riconoscimento dei Portici come “Beni dell’Umanità” che è diventato, di fatto, un altro elemento di richiamo turistico, per i B&B in tutta la Città Metropolitana.

Grazie ad ASPPInext S.r.l., società di ASPPI Bologna, abbiamo innovato la comunicazione interna ed esterna utilizzando al meglio le novità offerte dall’innovazione digitale, prova ne è la pagina di Facebook sui Portici di Bologna che vede la partecipazione di oltre 2.500 cittadini e che è diventato un punto di riferimento dell’intera collettività sull’argometo dei Portici.

Siamo stati di supporto e lo siamo tutt’ora per il Superbonus 110% con i nostri tecnici e con le Imprese convenzionate e stanno per decollare nuovi servizi nelle prossime settimane, trattasi della possibilità d’acquisizione di immobili per investimento e non solo, da aste giudiziali e non giudiziali.

L’ASPPI Nazionale ha concluso un’importante accordo con FIDER Società Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi al fine di agevolare le piccole Imprese che eseguono i lavori del Superbonus ad ottenere la copertura finanziaria per concedere lo sconto in fattura dando così la possibilità, al proprietario, di scegliersi l’impresa di fiducia e non essere costretti a dare l’incarico  solo a quelle già selezionate dal General Contract.

Oltre, quindi all’assistenza al singolo proprietario in materia giuridica, amministrativa, fiscale, tecnica ed assicurativa svolgiamo anche attività politico/sindacale nell’interesse dela proprietà immobiliare e, attraverso ASPPI Club, organizziamo momenti di socialità culturale e del tempo libero fra i nostri soci.

Ci siamo però accorti che anche soci che da anni sono con noi non conoscono molte delle attività che svolgiamo e quindi anche questi i motivi della nascita di questa pubblicazione Casa Condominio territorio.

Infine mi fa piacere condividere con tutti voi la nascita di Enea, nipote di Massimo Piani che è il nostro “mentore digitale” e anima di ASPPInext, speriamo che Enea diventi presto il più giovane socio dell’ASPPI di Bologna.

Bologna 30 settembre 2021

 

Condividi sui social