Locazioni più sicure con l’atto pubblico notarile

di Prof. Pietro Zanelli Notaio

Pubblicata il: 23 Ottobre 2020

Notai e Avvocati in azione

Un recentissimo studio del notariato analizza le problematiche inerenti ai contratti di locazione ed il possibile coinvolgimento dei Notai in questa tipologia contrattuale.

Spesso i proprietari di immobili sono restii a dare in locazione i propri appartamenti perché può capitare di trovare dei conduttori che non pagano i canoni di locazione e che si rifiutano di rilasciare l’immobile. E le procedure per poter riottenere la disponibilità del proprio bene sono spesso molto lunghe e complicate: in mancanza di uno spontaneo rilascio, al proprietario non resta che percorrere le vie giudiziarie.

Si apre un iter giudiziario (messa in mora, diffida ad adempiere, notifica, udienza di sfratto, assegnazione del termine “di grazia”, rinvii) che si conclude, anche dopo diversi mesi, con il rilascio di un titolo esecutivo idoneo a procedere con l’esecuzione forzata e la liberazione dell’immobile.

Avere un titolo già esecutivo, significa avere un notevole risparmio di tempo e di denaro, potendo evitare una lunga e costosa procedura di accertamento del proprio diritto vantato davanti ad un Giudice. E l’atto pubblico ricevuto da un Notaio è un titolo immediatamente esecutivo sia per la riscossione di somme di denaro dovute, sia per il rilascio dei beni immobili se espressamente previsto nel contratto.

Pertanto, nel caso in cui un contratto di locazione sia stato concluso con le forme dell’atto pubblico notarile ed occorra procedere allo sfratto di un conduttore moroso ed al recupero dei canoni non pagati, il proprietario, avvalendosi di un avvocato, potrà avviare direttamente la procedura di esecuzione forzata richiedendo all’Ufficiale giudiziario la notifica del precetto e dell’avviso di rilascio.

Si ricorda che l’atto pubblico, quale titolo immediatamente esecutivo per il rilascio di beni immobili, può essere adottato sia nelle locazioni abitative (di cui alla L. 431/1998) sia nelle locazioni commerciali (di cui alla L. 392/1978).

Condividi sui social