Evitare rischi… L’importanza dell’atto di nascita

di Avvocato Albarosa Capanna

Pubblicata il: 06 Mar 2019

Desidero rendere partecipe tutta la nostra grande famiglia ASPPI, Soci, Dirigenti, Consulenti ecc. di una mia recente esperienza.
La storia che sto per raccontare mi ha molto coinvolto e mi fa piacere divulgarla perché ritengo possa servire a evitare che si possano ripetere episodi analoghi.
La vicenda è molto delicata e pertanto sarà mia cura evitare che possano essere identificati i protagonisti della stessa. Veniamo ai fatti.
Di recente, una socia, ha messo un annuncio su INTERNET volto a trovare qualcuno
a cui locare un proprio appartamento e, dopo aver incontrato una delle persone che avevano risposto all'annuncio, avendone avuto una buona impressione ha provveduto a stipulare il contratto di locazione.
Subito dopo per la malcapitata locatrice è iniziato un vero e proprio incubo!
È stata tempestata da decine di mail con ogni genere di lamentele pretestuose relative all'immobile e di richieste assurde...
Parimenti è stata sommersa da numerose telefonate con pesanti offese e inimmaginabili
e gratuite espressioni volgari...
La socia mi è stata inviata in consulenza e abbiamo scoperto, controllando l'atto di nascita, che la persona firmataria del contratto era sottoposta ad Amministrazione Di Sostegno e non avrebbe potuto firmare il contratto all'insaputa dello stesso.
Per gestire il problema nel migliore dei modi ho invitato l'Amministratore Di Sostegno a un procedimento di mediazione per poter arrivare all'annullamento o alla risoluzione del contratto di locazione, nel corso del quale tra l'altro parte locatrice non aveva neppure mai ricevuto il canone. A corrispondere i canoni arretrati ha provveduto poi l'Amministratore di Sostegno. Nel frattempo prima che si svolgesse l'udienza di Mediazione, la locatrice ha ricevuto una telefonata in cui la parte conduttrice minacciava di morte lei è tutta la sua famiglia.
Come è facile immaginare la telefonata ha molto turbato e angosciato l'interlocutrice
anche perché la minaccia proveniva da persona già sottoposta a vari procedimenti
penali.
All'udienza di Mediazione il contratto è stato risolto (con l'autorizzazione del Giudice Tutelare) e si procederà, non senza fatica, all'estromissione di parte conduttrice dall'appartamento...


Morale della favola (che purtroppo è tutt'altro che una favola) è che consiglio vivamente ai soci,che si accingono a stipulare, con persone sconosciute, contratti di locazione, compravendita o quant'altro, di chiedere ai competenti uffici l'estratto dell'atto di nascita
(che viene regolarmente rilasciato). Nell'estratto infatti compaiono oltre alle annotazioni relative al matrimonio anche quelle relative all'Amministrazione Di Sostegno che sono decisamente molto, molto, utili...

 

Condividi sui social