D.M. 12 aprile 2019: rivoluzione al via nella prevenzione incendi

di "SGR News"

Pubblicata il: 22 Mag 2019

 

 

Il Codice di Prevenzione Incendi di cui al D.M. 3 Agosto 2015 è stato modificato dal D.M. 12 Aprile 2019 pubblicato sulla G.U. n. 95 del 23 Aprile 2019. Il Nuovo Decreto elimina fondamentalmente il doppio binario per le attività non normate, mantenendolo invece per le attività dotate di norma specifica, come per esempio: le scuole, le autorimesse, le attività commerciali, gli uffici, le attività ricettive, ecc. • L’art. 3 del nuovo D.M. 12 Aprile 2019 aggiunge l’art. 2-bis al D.M. 3 Agosto 2015 che dà facoltà di utilizzare ancora il doppio binario per le attività dotate di norma specifica e quindi di utilizzare le vecchie norme per le seguenti attività: o 66, alberghi e simili > 25 letti ad esclusione delle strutture turistico-ricettive all’aria aperta e dei rifugi alpini; o 67, scuole ad esclusione degli asili nido; o 69, limitatamente alle attività commerciali ove sia prevista la vendita e l’esposizione di beni; o 71;aziende e uffici con oltre 300 persone o 75, autorimesse con esclusione dei depositi di mezzi rotabili e dei locali adibiti al ricovero di natanti ed aeromobili. • L’art. 4 del nuovo D.M. 12 Aprile 2019 aggiunge il comma 1-bis all’art. 5 del D.M. 3 Agosto 2015 che elenca le norme che non devono essere applicano alle attività progettate in conformità al “Codice” (RTO + RTV). • L’art. 5 del nuovo D.M. 12 Arile 2019 fissa i termini temporali di applicazione delle nuove disposizioni al centottantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione nella GU (23 Aprile 2019) In definitiva il Codice, inteso come RTO (Regola Tecnica Orizzontale) oppure, nei casi dove sono presenti le RTV (Regole Tecniche Verticali) inteso come RTO + RTV, così emendato si applica alle seguenti attività (vedi immagine sopra).

Condividi sui social